Record sui 4000

Intenzione di questa rubrica è di riportare le informazioni relative agli exploit alpinistici o qualsivoglia record che viene effettuato sui 4000.
Il Club 4000 non caldeggia certo nessuna gara in alta montagna: è vero che l'alpinismo è un gioco, ma è un gioco terribilmente serio!

Tutti i 4000 in 62 giorni

Lo svizzero Ueli Steck, 38 anni, famoso recordman per aver salito la nord dell'Eiger (2008)  in 2 ore, 47' e 33'', la nord delle Grandes Jorasses (2008) in 2 ore e 21', la nord del Cervino (2009) in 1 ora e 56' e la cresta integrale di Peuterey (2013) in 16 ore e 9', ha salito, nella primavera-estate 2015, in 62 giorni le 82 cime dei 4000 ufficiali delle Alpi, due giorni in più rispetto ai membri del Club 4000  Franz Nicolini e Diego Giovannini, che detengono il primato per aver impiegato 60 giorni tra il 26 giugno ed il 24 agosto del 2008.

L'impresa di Steck è stata rallentata dalle cattive condizioni meteo e da un infortunio al suo compagno, il tedesco Michael Wohlleber, che è stato costretto a ritirarsi a causa di un atterraggio infelice durante la discesa in parapendio dallo Schreckhorn.
Il confronto tra le due imprese rende onore e gloria ai due nostri amici.
 
(L.R. - agosto 2015)

Nuovo record sul M. Bianco

Le corse in montagna non sono esattamente nello spirito del Club 4000, tanto che a volte non diamo notizia di record di velocità.

Ma questa volta dobbiamo citare il nuovo record di salita dalla piazza di Courmayeur alla vetta del M. Bianco e ritorno stabilito da Marco De Gasperi in 6h43’52’. Il record è stato effettuato lungo la via normale italiana dal rif. Gonella, con l'assistenza lungo il percorso delle guide alpine Adriano Greco, Michele Compagnoni, e Lucio Trucco, il soccorso alpino della Guardia di Finanza di Entreves e gli atleti Martin Anthamatten e Franco Collè.

 

(F.M. - 17 luglio 2015. Fonte: montagna.tv)

Primo Base-jump dal Cervino

Il 7 giugno 2014 gli Svizzeri Geraldine Fasnacht, del Cantone di Vaud, e Julien Meyer, del Cantone di Neuchâtel, hanno effettuato la prima discesa del Cervino in tuta alare (base-jumping). Dopo aver effettuato la salita per la cresta dell'Hörnli con due Guide, i due jumper hanno hanno raggiunto con una breve doppia il punto di partenza e si sono lanciati sulla parete Est, atterrando poi ai piedi della parete Nord, dopo aver girato attorno alla montagna. Il quotidiano Le Matin ha pubblicato un breve video sul volo.

 

(Fonte: montagna.tv del 14-06-2014)

L’integrale di Peuterey in 16 ore e 9 minuti

Lo scorso 13 agosto 2013 lo svizzero Ueli Steck ha percorso la cresta integrale di Peuterey in 16 ore e 9 minuti. Partito dalla Val Veny alle 4, alle 8.30 era sulla Noire e poco prima delle 15 raggiungeva la vetta del  M. Bianco. Ripartito alle 15.35, seguendo la via normale francese, poco dopo le 20 era a Les Houches.

Una descrizione dettagliata dell'impresa si può leggere su http://www.uelisteck.ch/

(Fonte: montagna.tv del 4 settembre 2013)

Record sul Cervino

L'11 luglio 2013 il catalano Kilian Jornet Burgada ha salito e sceso il Cervino in 2 ore 52 minuti, abbassando il precedente record detenuto da Bruno Brunod nel 1995 con 3 ore e 24 minuti.

Partito dalla chiesa di Breuil-Cervinia alle 15, è arrivato sulla vetta del Cervino in un’ora e 56 minuti, scendendo poi in poco più di 55 minuti.

 

(Fonte: "La Stampa" e "www.montagna.tv")