News del Club

Raffaele Morandini "Cavaliere dello Sport"

Morandini e DemontisNuovo riconoscimento per il nostro socio Raffaele Morandini. Il CSEN, Centro Sportivo Educaivo Nazionale, che è un ente riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell'Interno, lo ha insignito del titolo di "Cavaliere dello Sport", onorificenza che viene concessa a personalità che si sono distinte soprattutto per i valori morali e sociali in ambito sportivo, come ha sottolineato nel corso della cerimonia di investitura il presidente Silvestro Demontis.

Leggete in questo articolo apparso sul Giornale di Seregno i dettagli della cerimonia.

 

ANAOAI

Ci congratuliamo con Raffaele Morandini perl'apprezzamento delle sue doti sportive e delle qualità morali, evidenziate anche da un suo recente intervento di soccorso che ha avuto gli onori della cronaca.

 

(F.M. - Marzo 2015)

Rota Nodari a Pinerolo sui 4000 e cambiamenti climatici

Come anticipato in una precedente notizia, il prossimo 27 marzo Franz Rota Nodari terrà a Pinerolo (TO) una presentazione sul tema "82 volte 4000 - 10 anni di emozioni ad alta quota" integrata da alcune considerazioni su "I cambiamenti climatici: i 4000 ieri, oggi, domani".

Per i dettagli, consultate la locandina dell'evento.

Chi volesse approfondire la conoscenza dell'oratore può consultare le informazioni che Franz ha messo a disposizione su questo sito.

 

(F.M. - 18 marzo 2015)

Conserviamo la Capanna Sella ai Rochers del Monte Bianco!

Capanna SellaLa Capanna Quintino Sella ai Rochers è uno dei più antichi rifugi di tutte le Alpi. Costruito nel 1885 a 3370 m lungo la cresta sud ovest dei Rochers del Monte Bianco, sul percorso che dal 1872 al 1890 fu la via normale italiana, è giunto fino a noi nelle sue sembianze sostanzialmente originarie. Poco frequentato a motivo della collocazione remota e dell'impegno degli itinerari, il ricovero versa da tempo in gravi condizioni di degrado che ne pregiudicano la funzionalità.

Ora, grazie a significativi contributi stanziati da Valle d'Aosta, Banca Sella e Club 4000 (affidatario della struttura come gruppo del CAI Torino), possono partire i lavori di restauro conservativo con approccio filologico.

Per portare a termine i lavori il CAI Torino conta non solo sull'apporto del fondo nazionale rifugi CAI e di eventuali sponsor e partner, ma anche sul supporto degli appassionati della montagna.

A tale scopo è stata aperta una sottoscrizione, alla quale tutti possono contribuire mediante un versamento sul cc. 000103565012 intestato a C.A.I. Torino – Club 4000, codice Iban IT91B0200801137000103565012, Unicredit Banca, Ag. 37, specificando come causale “Contributo Capanna Sella”. Tutte le donazioni saranno riportate in un elenco dei benefattori che sarà custodito presso la sede del CAI Torino.

Leggete qui il testo completo dell'appello a contribuire. Nell'apposita sezione "Progetto Quintino Sella" del sito (menù a sinistra) si possono vedere i dettagli dell'operazione.

 

(F.M. - Febbraio 2015)

 

Abbiamo anche creato una pagina Facebook per condividere anche su questo Social Network le informazioni sull'andamento del progetto:

Modificato il Regolamento per l’adesione al Club 4000

L’Assemblea dei soci dello scorso 22 novembre 2014 ha deliberato alcun modifiche agli artt. 5 e 6 del Regolamento, relativi alle modalità di adesione al Club 4000.

In sintesi, l’adesione al Club è subordinata all’accettazione da parte del Consiglio Direttivo e l’elenco dei 4000 saliti deve riportare data e via percorsa. La quota di iscrizione, quindi, dovrà essere versata solo in seguito alla conferma dell’accettazione.

In casi particolari potrà essere richiesto il nome dei compagni di cordata e eventualmente la presentazione da parte di un membro del Club 4000, di un socio CAAI o del Presidente della sezione di appartenenza.

 

(F.M. - Dicembre 2014)

Il Premio Meroni a Oliviero Bellinzani

Meroni 1Il Premio Meroni, promosso dalla Scuola di Alpinismo e Scialpinismo “Silvio Saglio” del CAI-SEM di Milano e dalla Scuola Regionale Lombarda di Alpinismo del CAI con il contributo della SEM e del CRUSM dell’Università Statale di Milano e il patrocinio dei Consigli di Zona 1 e 7 del Comune di Milano, è un importante riconoscimento che viene assegnato ogni anno a coloro che si sono contraddistinti per l’aver portato a termine iniziative legate alla montagna a favore della cultura, ambiente, alpinismo, solidarietà.

Quest'anno il premio per la categoria Alpinismo è stato assegnato a Oliviero Bellinzani, che nel 2013 era stato proclamato con voto unanime socio onorario del Club 4000, per la grande determinazione e forza di volontà con la quale aveva saputo superare la propria disabilità. Il premio del pubblico è andato a Davide Vitale (categoria Solidarietà).

Nel corso della cerimonia della premiazione, che si è tenuta lo scorso 28 novembre a Milano, sono state presentate le attività svolte dai premiati ed esposte le motivazioni della giuria per la scelta dei vincitori. In rappresentanza del Club 4000 era presente Luca Calzone, che ha consegnato a Bellinzani il caledario 2015 del Club.

Ci congratuliamo vivamente con l'amico Oliviero per questo ben meritato riconoscimento.

(F.M. - Novembre 2014)