Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Dent d'Herens - Cresta Tieffenmatten

Dent d'Herens - Cresta Tieffenmatten 09/09/2010 01:16 #718

  • Luca Calzone
  • Avatar di Luca Calzone Autore della discussione
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 61
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Domenica 5 settembre ho salito con Matteo, la Dent d'Herens per la cresta Tieffenmatten.
Era l'ultimo giorno di apertura del Rifugio Aosta. Ora è aperto solo il locale invernale.
Cresta Tieffenmatten pulita, ma c'è del ghiaccio sui ripidi pendii che portano alla parte rocciosa sommitale. D'altronde siamo oramai a fine stagione.
Per evitare il ghiaccio, spostarsi appena è possibile a dx salendo, verso le rocce e risalirle.
Qualche nuvola e un vento gelido.
Saliti in 4h45m. In vetta vento forte e gelido che ci ha costretti a scendere subito.
Allego report fotografico di 28 foto.
Buone salite a tutti.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Luca Calzone

Re: Dent d'Herens - Cresta Tieffenmatten 09/09/2010 09:31 #719

Ottima salita!
Ma...la discesa?

Noi avevamo fatto la normale...
(che non è banale)

Voi le doppie dopo la cresta rocciosa?

Come sono? Perchè alcuni le Sconsigliano...in primis il rifugista...

leggi qua:
www2.on-ice.it/onice/onice_view_report.php?type=4&id=1683

Questione doppie dalla cresta al ghiacciaio: il rifugista (molto bravo, rigoroso, gentilissimo, GA) le sconsiglia vivacemente. Sono state attrezzate uso soccorso alpino e solo poi adottate come discesa dopo le info su internet. Ma gli unici incidenti quest' anno sono avvenuti proprio lì e con conseguenze gravi. Passano su terreno carico di massi appoggiati: da evitare specialmente in caso di più cordate presenti. La cosa migliore e più divertente, e confermo, è ridiscendere tutta la cresta che è veloce uguale.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Re: Dent d'Herens - Cresta Tieffenmatten 09/09/2010 15:43 #720

Ciao, io ho salito la Dent per la Tieffenmatten nel 2006.

Ricordo che anche a noi i due ragazzi (gentilissimi) che gestivano il Rifugio Aosta dissero di non utilizzare le calate, che erano state appena messe, perchè erano per il Soccorso Alpino, dunque adatte a corde lunghissime ... così ci dissero. Sta di fatto che scendemmo dalla Normale, non prima però di aver sbagliato, per via della nebbia, finendo in un tratto delicato tutto di sfasciumi.

Credo che, se in ottime condizioni, bella secca, valga quasi la pena di scendere dalla stessa Tieffenmatten.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Re: Dent d'Herens - Cresta Tieffenmatten 09/09/2010 16:54 #721

  • Luca Calzone
  • Avatar di Luca Calzone Autore della discussione
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 61
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Caro Franz, a noi Gigi Vignone aveva detto: se ci sono troppe cordate meglio evitare le doppie perchè è li che succedono gli incidenti. Se siete soli, ok.
Questa sua raccomandazione è stata presa in parola da tutti, tanto che siamo stati gli unici a scendere dalle doppie. Tutti gli altri sulla cresta.
E' andata benissimo e in 50 min eravamo giù, senza il minimo problema.
Attrezzatura ottima con doppio spit, catena di collegamento e anello di calata.
Il problema è che su varie cenge ci sono sassi instabili.
Noi non abbiamo fatto cadere nulla, ma obbiettivamente se qualcuno non sta + che attento può essere pericoloso.
Molto bella e compatta invece la roccia tra le soste, tanto che il giorno dopo ho telefonato a Gigi per suggerigli di aprire una via proprio li.
Lui mi ha risposto che ha già 70 spit pronti, ma che non è mai riuscito a trovare il tempo e la compagnia per chiodare.
Oltre al suggerimento per la via, ho comunicato a Gigi Vignone che alla 3 ultima sosta c'è un grosso sasso incastrato che crea un angolo a V ove c'era un corda incastrata e tagliata che abbiamo recuperato. Questo è un punto ove se entra la corda non la tiri fuori + e bisognorebbe salire con un palanchino e togliere il sasso in sicurezza. Gigi ha detto che avrebbe informato le altre guide.
Incredibile, martedi scorso a Torino alla riunione del CD, ho scoperto che quello spezzone di corda di 15 metri è del ns socio Enrico Pessiva che ho conosciuto li al Monte dei Cappuccini. Che storia. Ora lo spezzone è a Casale Monferrato da Matteo.
Una volta ripulite le cenge diventerebbe sicurmente la via + sicura per scendere dal Dent d'Herens.
Ciao Luca

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Luca Calzone

Re: Dent d'Herens - Cresta Tieffenmatten 09/09/2010 17:08 #722

  • Luca Calzone
  • Avatar di Luca Calzone Autore della discussione
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 61
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Caro Raffaele, noi lo scorso anno Io e Matteo avevamo già salito la cresta di Tieffenmatten, mancando però la vetta. In discesa avevamo sbagliato, traversando la parete da sx a dx troppo in alto e pensando di andare sulla normale, siamo finiti invece tra mille pericoli in un canalone ripido a 50° che abbiamo disceso per 300 mt faccia a monte trovando anche ghiaccio. Era il 1 luglio 2009 e lì c'era neve. Di solito nessuno sale o scende da li perchè non c'è mai neve e ci sono solo compatte e ripide placche di roccia.
Senza saperlo avevamo aperto una nuova via (come ci aveva poi comunicato Gigi Vignone che ci guardava col binocolo dal Rif. Aosta). Molto pericoloso anche l'attraversamento della parte alta del ghiacciaio delle Gran Murailles.
Un particolare: eravamo gli unici due alpinisti al rifugio Aosta e su tutta la Dent d'Herens in quei due giorni.
Concludendo e confrontando i tre tipi di discesa la + sicura secondo me è stata sicuramente il calarsi in doppia. Però eravamo solo coi due e stavamo attentissimi.
Una volta ripulite le cenge dai tanti sassi, diventerebbe la via da consigliare a tutti.
Ripeto sono calate da max 30 metri, ottimamente attrezzate.
Ciao

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Luca Calzone
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.175 secondi
Powered by Forum Kunena