Schreckhorn

Di più
07/08/2013 06:09 #1286 da Valerio Leoni
Valerio Leoni ha creato la discussione Schreckhorn
Bella e impegnativa cima dell'Oberland Bernese, salito lunedì 5 agosto con Tiziana, Demis e Marco in una calda giornata di sole.
Ottime condizioni, crepaccia terminale piuttosto aperta che is passa in un solo punto a destra.

Dal rifugio si scende per sfasciumi sul ghiacciaio che presenta ancora lingue di neve sul suo lato orografico dx. Il passaggio per risalire la china detritica verso il Gaag si trova facilmente nonostante il buio anche perchè è facilmente visualizzabile dal rifugio.
La neve iniza verso quota 2700 e con buona traccia si sale il ripido nevaio fino a circa quota 2800. Poi per sfasciumi si raggiunge la sommità del Gaag dove si mettono i ramponi per traversare e risalire il ghiacciaio (chiuso con facile passaggio).
La terminale è aperta: esiste un solo passaggio verso destra sotto lo Schreckhcolouir e poi per un ripido traverso si raggiunge il coluoir poco innevato.
Siamo saliti sul costolone a sx (il canale è inagibile e pericoloso per le pietre che cadono).
Pochi passaggi di III sul costolone fino alla sella a quota 3850 dove iniza la vera e propria scalata.
Ci sono solo i fittoni per le doppie ed uno spit al termine di un esposto passaggio di III+ dopo il quale si gira sul versante in ombra per salire uno stretto ed angusto diedro dove una fettuccia facilita il passaggio aereo e strapiombante. poi si sale per detriti fino in cima facendo attenzione all'esposta crestina.
Discesa lunga e impegnativa con una decina di calate lungo la cresta e 5-6 calate lungo il costolone in parte disceso disarrampicando.
Per superare la terminale si può fare di nuovo il traverso oppure sotto la cascatella che scende dal colouir atrezzare una doppia da 60 metri che porta ad un accumulo sotto la terminale aperta.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.130 secondi
Powered by Forum Kunena