Antelao, il Re delle Dolomiti

Di più
04/09/2016 23:27 #1465 da Raffaele Morandini
Salito l’Antelao, che con i suoi 3264 metri slm è soprannominato il “Re delle Dolomiti”. Infatti, dopo le due punte della Marmaloda (Penia e Rocca) è la terza vetta per altezza dei “Monti Pallidi”.

In seguito alle due frane del 2014 e 2015 che causarono anche delle vittime, questa montagna è stata oggetto di ordinanze che ne proibivano la salita. Difatti, oltre ad aver spazzato via il Bivacco Così (che si trovava poco sotto alla vetta) le due mega-frane avevano cancellato anche parte della Via Normale.

Qualche info circa le frane:
www.caiveneto.it/news.asp?ua=439

www.caiveneto.it/upld%5C0N%5Cwcms_f/alle...eri%20Antelao.oj.pdf

www.caipadova.it/fileadmin/user_upload/c...osi..._distrutto.pdf

Quest’anno non ci sono state ordinanze, ma la situazione è ancora molto precaria. Attualmente le Guide Alpine di Cortina d’Ampezzo non accompagnano sull’Antelao.

Prima delle frane la Via Normale era valutata PD+, qui la scheda: www.vienormali.it/montagna/cima_scheda.asp?cod=63

Adesso, dopo esserci salito, posso dire che l’ascensione è diventata un po’ più difficile, oltre che “pericolosa”.
In pratica il materiale franato è in parte fermo sulle famose “Laste” (placche rocciose che venivano percorse nella Via Normale). In particolare sulle “Laste” superiori vi sono blocchi e pietre di ogni dimensione, fermi per non so quale incantesimo, pronti a precipitare sotto stimolo del solo fato. Dunque, bisogna tener presente che le “Laste” superiori sono da evitare (cadono sassi e pietre con il solo vento). Quindi si deve percorrere il filo di cresta, che però è altrettanto “sporco” di detriti (molto delicato in discesa). Al termine della cresta a fianco delle “Laste” superiori, si deve stare a sinistra, affrontando un infido canalino (pericolo scariche!), per poi tagliare su cenge verso il centro della rocca rocciosa (presenza di ghiaccio). Da qui, salendo con brevi tratti di arrampicata, ci si sposta a destra su una cengia sottile, leggermente inclinata e molto esposta, quindi tramite un altro canalino si perviene all’anticima e alla cresta sommitale, dunque in vetta. Il problema resta però la discesa, soprattutto delle “Laste” superiori, in quanto, sul filo di cresta è impossibile non smuovere materiale, così come assicurarsi. Nelle attuali condizioni occorre piede fermo, sicuro e leggero. E non deve esserci nessuno lungo la via, ne sopra, ne sotto.

Superfluo dire che il panorama è grandioso … fino alla Laguna Veneta!

Buone vette a tutti.

Raffaele





















-

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
13/09/2016 14:32 - 13/09/2016 14:32 #1469 da Franz Rota Nodari
Informazioni moooolto interessanti. Purtroppo.
In realtà quest'anno l'Antelao l'han fatto molte volte con gli sci. Forse con la neve è più stabile...ma rimane comunque un po' troppo rischioso, forse...
A me piacerebbe da anni salirvici dal Canalone Oppel , che probabilmente conosci...




Rimanendo in tema Dolomiti, vi propongo una via che ti consiglio vivamente, a voi che piacciono gli itinerari un po' fuori dal comune, fatto un mesetto fa... La cengia di Grohmann al Pelmo
Ultima modifica: 13/09/2016 14:32 da Franz Rota Nodari.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
17/09/2016 22:13 #1476 da Raffaele Morandini
In inverno credo che non ci siano problemi ... è tutto sotto alla neve. Saranno proprio le valanghe - negli anni - che puliranno le "Laste", forse.

Il Pelmo è meraviglioso, a mio pare una delle più belle montagne di tutte le Dolomiti, sia per estetica "sublime" che per l'ambiente. L'ho salito lo scorso anno con la neve! Ti metto qui sotto qualche immagine.


















Non posso esimermi dal commentare la bella foto di famiglia che hai pubblicato nel forum di On Ice - sul Pelmo - di cui mi hai messo il link. La foto di 26 anni fa testimonia il tuo legame con la montagna, che si potrebbe dedurre direttamente dal DNA, visto i genitori. Di conseguenza non mi meraviglia il tuo livello nell'alpinismo.

Buona montagna

Raffaele

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
19/09/2016 11:08 #1477 da Franz Rota Nodari

Raffaele Morandini ha scritto: Il Pelmo è meraviglioso, a mio pare una delle più belle montagne di tutte le Dolomiti, sia per estetica "sublime" che per l'ambiente. L'ho salito lo scorso anno con la neve! Ti metto qui sotto qualche immagine.

Strabello!
In inverno le dolomiti sono ancora più belle. Sarà per la solitudine... E cmq c'è un mondo di canali e goulotte "inesplorato". Non scherzo. Inutile che mi si dica che i veci ci vanno e non raccontano. E' proprio l'approccio da "occidentalista" che manca...

Raffaele Morandini ha scritto: Non posso esimermi dal commentare la bella foto di famiglia che hai pubblicato nel forum di On Ice - sul Pelmo - di cui mi hai messo il link. La foto di 26 anni fa testimonia il tuo legame con la montagna, che si potrebbe dedurre direttamente dal DNA, visto i genitori. Di conseguenza non mi meraviglia il tuo livello nell'alpinismo.
Buona montagna
Raffaele

Eggià....figlio d'arte sono ;-)

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.312 secondi
Powered by Forum Kunena