COUTURIER alla Verte

Di più
06/04/2009 14:25 #435 da Franz Rota Nodari
COM_KUNENA_MESSAGE_CREATED_NEW
E anche stavolta la Verte non si è concessa a me e Gianfranco (Gian54). Dopo la debacle dello scorso anno al Whymper a pochi metri della vetta, quest'anno cambiamo versante, ma la storia non cambia. È a quel punto che riecheggiano più forti le parole di Rebuffat: "Non può dirsi un vero montagnard (alpinista) chi non abbia salito la Verte" ;-(.

Dopo un bel travaglio per creare il gruppo (qualche dubbio sulla meteo di domenica), siam con comodo alla funivia dei Grands Montets sabato mattina. Io, Gian, Duracell, Jack78 e Christian. Si apre davanti a noi uno scenario di enaguagliabile bellezza. Con un veloce traverso ci portiamo sotto la parete meta dell'indomani. Risaliamo alla crepaccia terminale ed ecco mostrarsi a noi la prima parte della parete. Si vede del ghiaccio, ma una discreta traccia la percorre. Verificato anche l'attraversamento della crepaccia terminale, ci dilettiamo in qualche bella curva sul ghiacciaio fino alla lingua dell'Argentiere. Da qui 800 m di ripellata ci riportano al nostro giaciglio per la notte. Io, Duracell e Gian nel bagno riscaldato, gli altri nel locale funivia (bel frecc) dove incontriamo anche Barbarossa e Vito.
Alle due siamo in marcia. Alle 3 e 40 stiamo superando la crepaccia terminale. Duracell ha deciso di desistere. Siamo io e Gian in cordata. Jack e Chris davanti. Lo zaino con gli sci e il sacco a pelo pesa, ma nel primo tratto si procede bene e spediti. Arriva il ghiaccio. Si mette qualche vite e via in conserva. La pendenza tocca i 70°-75° in un punto. Poi 60. Poi rispiana, ma mai sotto i 55°-50°. La neve poggia su ghiaccio buono per le picche ma non per le viti. Si continua sempre nella stessa maniera verificando gli appoggi e picchiando due volte coi piedi e le picche. E' infinita. Ormai il sole è arrivato. Abbiam superato da poco il bivio per la Bettemburg, mancano 200m all'uscita della via, gli 800 metri fatti ci hanno abbastanza logorato, quando Gian propone di chiamare i soccorsi. Io non ne voglio sapere: siamo lenti, ma so che arriveremo in vetta con la calma e stringendo i denti. Niente da fare. Ecco che un elicottero arriva, ci cala un soccorritore col verricello e poi via è il nostro turno e quello del materiale. Giù a Chamonix con un colpo d'occhio d'eccezione sulla via.
Il culo franziano si ripresenta (ormai era dato per disperso) quando scopriamo che in Francia il soccorso è gratis qualunque sia la causa.
Aver fatto scomodare i soccorritori è un rammarico forte in ogni caso. Encomio ed elogio per la gestione dell'intervento.

Il pomeriggio passa in centro a Chamonix con Duracell con tutti i "se", "ma", "forse" del caso.
In seguito arrivano Jack e Chris che giungono in cima alle 11 e hanno da raccontare una bel viaggio di quelli che rimangono impressi nella memoria (e nel fisico ;-)).
Un weekend che fa riflettere. In montagna e in quota le giornate "no" capitano. Però anche le condizioni non son sempre le stesse. Un Fletschorn ad esempio fu una passeggiata a confronto. In ogni caso 2 giorni in un posto favoloso con un nuovo fardello di esperienza in saccoccia.

Verte?alla prossima!!!


Veniamo alle foto?

Dai Grand Montets la visuale sul Bianco è favolosa


Dall'altra parte del ghiacciaio d'Argentiere, dominano le Aiguille Chardonnet e Argentiere.


La vallata è coronata da pareti eccezionali


Per arrivare sulla nostra ci vorrebbe proprio un verricello?quando ho pensato questa cosa?non pensavo l'avrei usato a scendere ;-(


In perlustrazione sotto la parete


Ecco l'attacco?




Il Mont Dolent in fondo alla vallata scendendo in mezzo ai seracchi


Ripellando davanti a Les Courtes e Les Droites: favolose pareti!


La parete (indicato il nostro punto di arrivo ;-() sovrasta la bella discesa appena effettuata


La risalita però si fa sentire?


Nel locale funivia siamo accampati con Barbarossa e Vito


Eccoci in parete








Arriva il sole


La neve poggia sul ghiaccio, a volte non buono per proteggersi






L'ambiente è eccezionale




Ci siamo alzati?


La Bettemburg con cordate impegnate.


Sempre più su




A bordo dell'elicottero


Prima tappa ai Grand Montets e poi giù a Cham


La nostra giornata finisce in fretta ;-(

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
06/04/2009 15:40 #436 da Franz Rota Nodari
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Cmq cond in zona:

Whymper ok per salita, discesa in doppia, qualcuno in sci.
Buona Bettemburg.
Fatte Petit Viking, Svizzeri alle Courtes, Ginat e Lagarde alle Droites. Varie goulotte settore Petit Aiguille Verte.
Discesa Argentiere ottima.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
07/04/2009 21:58 #437 da Giancarlo Bellotti
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Come sempre il report del buon Franz ha il suo fascino...
Io aggiungo il tragitto gps e qualche foto di vetta :oops: :lol: 8)

Le condizioni sono buone, non ottime. Tutta neve ghiacciata, difficile da proteggere e lenta da progredire.
Sulla spalla nord una grande sfacchinata con oltre mezzo metro di neve polverosa che rendeva faticoso il guodagnar quota. Ghiaccio secco che spaccava sull'utimo "tiro" per uscire in vetta.
Cresta ancora vergine dopo l'ultima nevicata.
C'e' stato chi, arrivato al colle in cima al Whymper, ha messo gli sci ed è ritornato giù "montato". Gran pelo :shock:
Le doppie son ben pulite, la terminale si riesce a passare a piedi / o con sci.

Qui tragitto GPS:
www.giscover.com/tours/tour/display/7908

Qui alcune foto:
picasaweb.google.it/giancarlo.bellotti/AiguilleVerteCouturier#

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.223 secondi
Powered by Forum Kunena