weisshorn

Di più
12/08/2012 06:30 - 14/08/2012 07:20 #1128 da Valerio Leoni
COM_KUNENA_MESSAGE_CREATED_NEW
Sabato 11 agosto ho scalato il Weisshorn con due amici, Wouter e Demis.

Condizioni ottime lungo tutta la salita.

Dal rifugio si deve salire lungo il sentiero fino al cartello che indica la presa dell'acqua per il rifugio. Si traversa il ghiacciaio in piano, stando sulla parte più alta e pianeggiante per poi abbassarsi avvicinandosi alla fascia rocciosa.
Si scende di circa 100 metri in direzione della cascata a dx sotto quota 3154 (visionare questo passaggio il giorno precedente). Era presente un grosso ometto indicante il punto dove traversare in obliquo verso sx le montonature bagnate dall'acqua. Poi con facile ma esposto sentiero si sale per un traverso obliquo ascendente prima verso dx e poi verso sx fino alla forcella.
Il primo nevaio è abbastanza continuo e ben innevato, utili i ramponi nella metà superiore. Si arriva alla fascia rocciosa mediana dove un sentiero porta da sx verso dx nei pressi di una cresta laterale a tratti esposta. Per tracce e ometti si sale seguendo la cresta verso dx (fare attenzione alle tracce da cercare al buio), superando verso la parte alta il filo di cresta portandosi sul versante opposto piuttosto esposto sullo strapiombo. Infine si giunge al nevaio pianeggiante superiore, quotaca 3600 (ivi era collocata una tenda). Lo ri risale per spostarsi a dx in traverso verso un facle diedro obliquo con un fix alla base (e anello da calata in alto). Si ginge alla base del costolone da risalire mantenendosi sul filo il più possibile tra tracce di sentierino, ramponate e ometti.
Al frukustplatz comincia la cresta di solida roccia, pulita e in ottime condizioni.
Le tre torri si superano in arrampicata (conserva protetta) usando fix in loco integrabili.
La cresta nevosa (da quota 4060) è ben innevata e ben tracciata. Piuttosto ripida, solo nel primo tratto un po' esposta, poi diventa un pendio uniformemente ripido inframmezzato da due pianori.
Roccette terminali facili con un po' di ghiaccio per accedervi.

Splendida salita su questa bella montagna severa e impegnativa.
Forse la prima parte della salita (fino a quota 3916, inizio della cresta rocciosa) è la più difficile perchè si svolge al buio su terreno piuttosto infido: le tracce sono a volte da cercare con attenzione. La cresta rocciosa è esposta ma non difficile.
Siamo saliti e scesi in conserva a parte una doppia nel canale-diedro che porta al nevaio mediano, sotto il costolone roccioso. La cresta nevosa è ripida e faticosa, più un pendio che una vera e propria cresta. Sale sempre più ripida avvicinandosi alla vetta.

Il rifugio Weisshornhutte è piccolo e affollato. Gestore molto scortese, trattamento pessimo.
Portatevi da mangiare qualche cosa perchè la qualità e quantità del vitto sono vergognose.



e la via di salita vista dall'alto


Allegati:
Last edit: 14/08/2012 07:20 by Valerio Leoni.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
12/08/2012 08:13 #1129 da Michele Impedovo
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Bravo Valerio!

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
12/08/2012 09:00 #1130 da Valerio Leoni
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Ciao Michele, grazie!
Complimenti anche a te per il Cervino: una grande impresa.

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
12/08/2012 16:06 #1132 da Raffaele Morandini
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Esteticamente tra le più belle montagne delle Alpi.
Complimenti Valerio!

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
13/08/2012 22:32 #1140 da Giancarlo Bellotti
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
Grandioso il Weisshorn.....!! B)

Hai info sull'eventuale attraversata dal Bishorn? Guardando verso nord c'erano tracce di salita? Condizioni?

Grazie :P

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
14/08/2012 07:19 #1143 da Valerio Leoni
COM_KUNENA_MESSAGE_REPLIED_NEW
la cresta nord era tracciata.
Credo che si possa salire tranquillamente dal Bishorn e scendere dalla normale, oppure, in alternativa andare e tornare dalla cresta nord.
La traversata presenta problemi logistici poichè si parte da Zinal e si arriva a Randa.
Mentre nella mattertal si trovano treni e autobus, la valle di Zinal è molto meno servita.

Allego foto della cresta nord con il grande gendarme in evidenza.
Si vedono tracce


Allegati:
Ringraziano per il messaggio: Giancarlo Bellotti

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.413 secondi
Powered by Forum Kunena