Aiguille de Bionassay

Buon giorno e complimenti per il sito molto interessante!
Sto cercando informazioni relative alla salita all'Aiguille de Bionassay dal rif. Gonella. A parte la relazione sulla guida del CAI, mi interesserebbe avere notizie più recenti circa la salita a questo (pare) poco frequentato 4000. Qualcuno ha affrontato la cresta di recente? Impressioni? Consigli?
Grazie anticipatamente e cordiali saluti!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Genova

Ancora una volta risponde il socio e Guida Alpina Pier Mattiel

Alla domanda è facile rispondere perchè l'ho fatta con un cliente domenica scorsa (14/8, ndr), anzi in verità abbiamo fatto una bellissima traversata di cresta per giungere in vetta al Bianco da un versante insolito.
Primo giorno Cabane de Coscrittes, secondo trav. dell'Aig. de Beranger + tutti i Dôme de Miage fino al rif. Durier, terzo cresta sud della Bionnassay, trav. al Piton des Italiens, cresta delle Bosses, vetta M. Bianco. Le condizioni della Bionnassay erano perfette, sia la cresta sud, con passaggi di roccia fino al 3° grado, che la cresta nord che collega la vetta con il colle Bionassay, dove le difficolta sono prettamente nevose.
Volendo salire la Bionnassay dal Gonella, si sale dapprima al colletto delle Aig. Grises, in comune con la via italiana al Monte Bianco, ora ben tracciata, poi si traversa al colle Bionnassay su neve molto ripido, ora c'è ghiaccio, quindi è più facile salire lungo la traccia del M. Bianco fino alla puntina rocciosa prima del Piton des Italiens, e poi con un 150 m. in discesa su cresta raggiungere il colle, da dove parte la cresta nord, una vera lama di neve, forse una delle creste più affilate delle Alpi; domenica l'abbiamo tracciata a dovere, per cui questa settimana era perfetta.

Saluti

Pier Mattiel