Monte Bianco: il falso della mappa francese del 1865

Come integrazione dello scritto del colonnello Umberto Pelazza in risposta al quesito di Domenico Innocenti (5 ottobre 2003) se la vetta del M. Bianco sia in Francia o sul confine, ricordiamo che il citato Jean-Joseph Mieulet, capitano dell'esercito francese con l'hobby della geografia e della montagna, ha dato un contributo non di poco conto alla confusione sull'esatta posizione della vetta del monte Bianco. Infatti, nel 1865, dopo due anni di rilevamenti topografici, apparve la sua "Carta del Monte Bianco", pubblicata su ordine dello stato Maggiore di Francia.
" Geopoliticamente parlando, -commenta Claudio Colombo su Il Giornale del 27.12.2005-, non fu un avvenimento secondario: se oggi i nostri cugini d'Oltralpe ritengono di loro proprietà la vetta del Bianco, è proprio per quella centenaria e accuratissima mappa, sulla quale Mieulet, tracciando il confine tra Francia ed Italia, pone questa cima, a quota 4807 m, completamente in territorio francese". Il che è un clamoroso falso, che comunque non ha alcun valore giuridico.
Per inciso, a Mieulet è stata dedicata la vetta di un quattromila minore che è compresa nell' "elenco allargato" UIAA: la Pointe Mieulet , di 4287 m, che si trova a poca distanza del Mont Maudit in direzione nord-ovest
.
(fonte: "Le Grandi Alpi nella cartografia 1482-1885" di Laura e Giorgio Aliprandi, Priuli e Verlucca,2005)